3Tre ciclistica Bresciana, capolavoro di Valerio Conti 3Tre ciclistica Bresciana, capolavoro di Valerio Conti
Valerio Conti, laziale,  è figlio d’arte, e ha meritatamente imposto la sua legge in due delle tre tappe e nella generale della 3Tre ciclistica... 3Tre ciclistica Bresciana, capolavoro di Valerio Conti

Valerio Conti, laziale,  è figlio d’arte, e ha meritatamente imposto la sua legge in due delle tre tappe e nella generale della 3Tre ciclistica Bresciana

di Mariangela Codenotti; foto Team Rodella 2000

L’azzurro Valerio Conti ha vinto meritatamente la trentaduesima edizione della 3Tre ciclistica Bresciana per juniores, Trofeo CA Demolizioni, organizzata magistralmente dal Vc Rinascita, presieduto da Sandro Sellari. Il dominatore Conti, figlio di Franco vincitore del Giro d’Italia dilettanti e valido professionista a cavallo fra gli Settanta ed Ottanta, ha imposto la sua legge sin dalla cronometro iniziale, relegando al secondo posto il neo campione italiano della specialità, Davide Martinelli, staccato di 3 secondi e 62 centesimi.

A Montichiari è andata in scena una autentica festa dello sport con il Velodromo aperto per la punzonatura e la presentazione dei 128 atleti, con sei squadre straniere al via. E la cronometro, come detto, ha riservato a Conti tap pa e maglia di leader.

Cronaca della gara

La partenza della seconda tappa è stata ospitata dalla concessionaria Renault Dacia Manelli nel cuore di Brescia la frazione proponeva da scalare per tre volte la salita di Lumezzane prima dell’arrivo a Sarezzo. Nonostante le difficoltà, all’ultimo chilometro il gruppo si è presentato compatto.

Sotto lo striscione è partito il campione italiano della crono Martinelli; l’atleta del team Feralpi ha guadagnato un centinaio di metri, ma Nicolas Marini – pilotato da uno scatenato Matteo Cigalalo ha rimontato e superato proprio sulla fettuccia d’arrivo, relegandolo al secondo posto, con Valerio Conti sempre leader della classifica generale.

La terza tappa, dopo la partenza da Piazza Loggia dove Luciano Taglietti e Silvestro Gerardini con tutto il loro staff hanno preparato qualcosa come 1000 panini per la carovana, prevedeva la scalata del Lumezzane, quindi il passo del Cavallo per andare in Valle Sabbia con il terzo G.P.M. a Lodrino, per finire con un nuovo passaggio sul Lumezzane.

Lo scatto di Valerio Conti

Qui, all’altezza di piazza Paolo VI era posto l’ultimo chilometro ed è proprio qui, nel tratto più impegnativo, che è scattato dal gruppetto dei migliori Valerio Conti. Prontamente Andrea Garosio gli ha preso la ruota, ma la progressione del leader della corsa è stata irresistibile e gli ha permesso di esultare sul traguardo per la vittoria di giornata e per il trionfo finale nella manifestazione bresciana.

Alle spalle di Conti in classifica generale, Davide Martinelli a 12 secondi e Si mone Petilli a 23. La premiazione finale ha avuto come protagoniste le famiglie Mazzoldi e Donati nel ricordo di Maffe e Butulì. Due personaggi che a Lumezzane hanno portato tappe del Giro d’Italia, della Settimana Lombarda e manifestazioni di alto livello.

Il presidentissimo del Vc Rinascita Sandro Sellari, da parte sua, sorrideva con gli occhi lucidi vedendo sfilare sul palco delle premiazioni ragazzi di cui fra qualche anno sentiremo parlare tra i professionisti come accaduto negli anni per Chiappucci, Savoldelli e Cunego.

32° 3Tre ciclistica Bresciana

1-3 luglio 2011, le tappe

1a tappa: Valerio Conti (Guazzolini Coratti Fassa)

2a tappa: Nicholas Marini (Aspiratori Otelli Zani)

3a tappa: Valerio Conti (Guazzolini Coratti Fassa)

Classifica finale

  1. Valerio Conti (Guazzolini Coratti Fassa) in 5.29’28”
  2. Davide Martinelli (Team Feralpi) a 12”
  3. Simone Petilli (Canturino 1902) a 23”
  4. Matteo Spreafico (Canturino 1902) a 31”
  5. Stefano Bertoli (Imm. Aurea Zanica) a 34”
  6. Cristopher Zaffaina (Team Giorgi) a 44”
  7. Andrea Garosio (Capriolo Ostilio) a 47”
  8. Simone Consonni (Im. Aurea Zanica) a 49”
  9. Jacopo Mosca (Ucab Biella) a 54”
  10. Davide Gabburo (Contri Autozai) a 58”
TuttoBici

TuttoBici

tuttoBICI è un mensile dedicato al ciclismo agonistico. Nato nel 1995, dal 2014 ha operato la scelta digitale. In libreria il 1° di ogni mese, dedica spazio a campioni e storie di tutte le categorie, dagli Esordienti ai Prof, raccontate da firme d’eccellenza

Read previous post:
Riflessione semiseria: se Hemingway volesse scrivere di ciclismo

Facciamo per un momento un'ipotesi assurda: cosa accadrebbe se un nuovo Hemingway volesse essere un cronista di ciclismo? Lo leggeremmo o...

Close