Davide Rebellin: l’amico ritrovato di Diego Murari Davide Rebellin: l’amico ritrovato di Diego Murari
L’amico ritrovato: con questo testo appassionato, Diego Murari celebra il ritorno alle gare del suo amico Davide Rebellin di Diego Murari Accanto a lui,... Davide Rebellin: l’amico ritrovato di Diego Murari

L’amico ritrovato: con questo testo appassionato, Diego Murari celebra il ritorno alle gare del suo amico Davide Rebellin

di Diego Murari

Davide Rebellin: l'amico ritrovato di Diego Murari

Accanto a lui, giorno dopo giorno, soffrivo in silenzio, perso nel mio male. Con le lacrime che rigavano il mio volto e davano sapore alla mia sofferenza. Con le terapie che mi squassavano dentro e con il mio viaggio nel rumore della vita. Cercavo di capire, di ascoltare, di leggere nei suoi occhi chi fosse. Davide Rebellin, il mio amico Davide, è tornato.

Non tocca certo a me il compito di commentare la sua storia. A me basta essere amico suo, averlo vicino, sentirlo mio. Il resto, da qui, dal mio letto, non lo vedo e non lo voglio vedere.

Con Davide, nella mia mente, ho pedalato tante volte, ho spinto con lui sui pedali. Su quei pedali che sanno regalare fatica, sudore, gioia e vittorie, ma che sanno anche farti scivolare a terra.

Davide Rebellin, un vero campione

Ma un campione vero, un campione Unico – come mi piace definirlo – sa rialzare la testa, sa respirare di nuovo il profumo del sole, sa asciugare quella lacrima che gli scivola fino al petto e sa risalire in sella.

La prima pedalata dopo la caduta è la più dolorosa. Le ferite sembrano quasi scoppiare. Anche il vento sembra volerti trafiggere quando invece lo consideravi un amico, un alleato, un fratello. L’unica consolazione arriva dalla tua compagna di sempre, la bicicletta.

Io ero lì che aspettavo un giorno nuovo, diverso da tutti gli altri. Diverso da quelli in cui non toccavo altro che la solitudine dei sogni, il dolore nel petto. La paura di perdermi tra le strade del Giro e le lacrime amare di una madre che soffre con me vicino al lettino che è diventato il mio compagno di viaggio.

Aspettavo quel giorno diverso

Lo volevo con tutte le mie forze e mi sentivo travolto da mille pensieri. Mentre mi immaginavo seduto a bordo strada, in attesa della corsa, in attesa del campione.

E il campione finalmente è arrivato, portandosi dietro la sua storia fatta dei colori di mille maglie, di mille scatti segnati nel tempo. Lui è il campione che sa regalare a tutti noi la libertà di sognare di vincere un giorno, di vincere ogni giorno. Di scattare senza voltarci indietro verso una vittoria inseguita da tempo, il cui sogno è rimasto troppo a lungo sepolto in un angolo del nostro cuore.

Che spettacolo stare vicino al mio amico, stare accanto a tutti voi, campioni di ogni tempo… Che spettacolo dimenticarsi di quanto sia dura la salita che porta verso la Cima Coppi della vita.

Sui pedali sono felice

Che spettacolo quando incontro i vostri occhi e comincio a volare, ascoltando soltanto il profumo del cielo. È allora che mi alzo sui pedali e mi sento felice, mi sento un campione meraviglioso come voi, so di essere un piccolo uomo ma mi sento grande in mezzo a voi, stupendi guardiani dei miei sogni.

In mezzo a voi, in mezzo a quel sogno, ho ritrovato un amico speciale. Uno dei primi che ho avuto la fortuna di avere vicino, un uomo dal cuore grande e dalla volontà che non ha confini; un ragazzo che ha saputo condividere le mie sofferenze e che spesso si è trovato a pedalare con me, in silenzio, con gli occhi pieni di lacrime.

Grazie all’amico e grazie a tutti voi

Vi ringrazio, Campioni del cuore, per avermi letto, grazie perché avete allungato una mano per porla tra le mie, per avermi stretto in un abbraccio che non ha fine, per avermi regalato un sorriso che non ha mai fine.

Ragazzi, adesso risaliamo in sella, è il mo mento di ripartire. Insieme, tutti insieme, dobbiamo riprendere a pedalare, anche se la strada è in salita e la fatica ci fa scoppiare il cuore. Il viaggio della vita continua.

Per contattare Diego Murari

www.unico1.it – info@unico1.it – 339.1082481

TuttoBici

tuttoBICI è un mensile dedicato al ciclismo agonistico. Nato nel 1995, dal 2014 ha operato la scelta digitale. In libreria il 1° di ogni mese, dedica spazio a campioni e storie di tutte le categorie, dagli Esordienti ai Prof, raccontate da firme d’eccellenza

No comments so far.

Be first to leave comment below.

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *