La tragica scomparsa di Lorenzo Mola ha scosso la bresciana Delio Gallina, che stava vivendo un momento eccellente sul piano sportivo. E che ora deve ripartire

di Paolo Broggi; foto Team Rodella 2000

Delio Gallina riparte: si corre in ricordo di Lorenzo Mola

La vita è un susseguirsi continuo i momenti gioiosi e tristi, ma ci sono colpi che si fatica davvero ad accettare: Lorenzo Mola è deceduto a soli 23 anni all’alba del 15 agosto in seguito ad un malore. La notizia ha scosso il clan della Delio Gallina, in particolare il direttore sportivo Cesare Turchetti: «Lorenzo era un ragazzo tranquillo con cui si stava davvero bene. La nostra speranza era di rivederlo presto nuovamente in corsa.

Era un atleta fondamentale per la squadra e per questo avevamo deciso di tesserarlo nonostante lo stop che gli era stato imposto dai medici. Stava per affrontare un nuovo esame dal quale si sperava potesse arrivare quel sì che volesse dire ritorno in bicicletta: soffriva la lontananza dal ciclismo. Ora a soffrire siamo noi per la sua mancanza».

Continuare a correre, nel nome di Lorenzo

Aritmia cardiaca era stata la diagnosi dei medici ad inizio anno, ma l’obiettivo di Lorenzo Mola, lodigiano di Bertonico che avrebbe compiuto 23 anni il prossimo 21 settembre, era quello di tornare a correre. Dopo la notizia, la squadra ha deciso di rinunciare alla trasferta marchigiana, ma sono stati proprio i genitori di Lorenzo a chiedere ai ragazzi di tornare alle corse nel ricordo del loro compagno.

E pensare che la Delio Gallina S.Inox arrivava da un periodo eccellente: Stiven Fanelli a segno nella Coppa Messapica, il colombiano Quintero vittorioso prima in Toscana e poi a Valenza, il velocista Amicabile tornato ad alti livelli come tutta la squadra. Che ora insegue nuovi traguardi, nel ricordo di Lorenzo.