L’ex portiere Diego Murari di nuovo sulle pagine del giornale per ringraziare gli amici sportivi. Con la sua fondazione, Unico1, fa beneficenza ai bambini

Ci sono momenti che ti porti nel cuore per sempre. Mi è successo poche settimane fa, in occasione della cena di Unico1. Quella serata è stata per me la riscoperta dell’emozione, del cuore, dell’amicizia, della vita. È stata una grandissima emozione scoprirmi circondato da tutte quelle splendide e uniche persone. Ho sentito il calore e l’affetto da parte di tutti, ho sentito il canto della felicità e la forza della sensibilità, ho sentito la grande energia che mi avete trasmesso, che mi avete infuso, che mi avete versato nel cuore.

Ringrazio veramente di cuore le persone che in questi anni mi sono state vicino. In modo particolare gli splendidi atleti che con il loro fantastico cuore hanno illuminato di un sole stupendo quella fredda serata di novembre.

Grazie a tutti voi

Con il loro calore hanno riscaldato il mio cuore e quello di tutti i partecipanti. Tatiana Guderzo, Gilberto Simoni, Cristian Sanavia, Ezio Glerean, Davide Rebellin, Elia Viviani, i giocatori del Cittadella Calcio, gli atleti
dell’Iron Dojo Team, Kristian Ghedina (che pur non essendo presente alla serata mi era vicino come sempre con il cuo re), Fili po Pozzato, Michele Scarponi e tutti gli altri amici che mi perdoneranno per non averli citati perché eravate davvero tantissimi. Un grazie a tutti dal profondo del cuore, un grazie infinito.

Una cena per Diego Murari e la fondazione di beneficenza Unico1

Io continuo a combattere la mia partita della vita anche grazie a voi che sapete ascoltare le mie lacrime e assaporare il mio respiro.

Grazie a voi, grazie per le adesioni raccolte che andranno a sostenere i progetti portati avanti dalla Onlus Unico1: continueremo così a donare anche per un solo istante un sorriso a tutte quelle persone che, come me, stanno combattendo per segnare il gol più importante della loro vita.

Sicuramente seguiranno altri eventi di questo genere e con l’aiuto di tutti potremo finalmente riuscire a volare felici nell’onda dell’arcobaleno.

Una nuova battaglia all’orizzonte

Mentre una lacrima mi scorre sul viso, mi viene in men te quanto sarà diverso il mese di dicembre per me e per i tanti amici che mi sono vicino. Mentre loro cominceranno a pedalare, ad allenarsi, magari al caldo, per gettare le basi di una nuova stagione, io mi troverò davanti un’altra salita ardua, un’altra sfida da affrontare e da vincere. Non mi sento le forze, in questo momento, per pedalare fin lassù. Ma la mia battaglia per la vita non concede sconti, so di non avere scelta, so quanto sarà dura.

E allora mi aggrapperò al pensiero di voi, campioni del mio cuore, di voi che sapete che cosa significa soffrire, sacrificarsi, aiutare. E che sapete condividere la sofferenza, il sacrificio, gli aiuti. Lo sport è gioia, è compagnia, è vita.

Una marcia in più: la solidarietà

E chi fa sport, ha una marcia in più. Anche nella solidarietà. Voi me lo dimostrate ogni giorno con le vostre telefonate, le visite, le vostre parole. O partecipando a incontri e cene in cui raccogliere fondi. Oppure facendo da testimoni alla mia fondazione, Unico1, il cui ricavato – lo ricordo ancora una volta a tutti – va a sostegno di chi soffre. Insieme possiamo fare ancora tanto, insieme possiamo vincere tante partite, di quelle che valgono il massimo risultato: la vita.

Per contattare Diego Murari

www.unico1.itinfo@unico1.it – 339.1082481