Una grande serata di sport a Parma: il Premio Sport Civiltà ha visto la partecipazione di Eddy Merckx e Vittorio Adorni, amici sulle due ruote e nella vita

Eddy Merckx Vittorio Adorni

Metti un tavolino e due vecchi amici a discutere: una scena bella. Che diventa emozione se, come accaduto a Parma per il Premio Internazionale Sport Civiltà, i due amici sono Eddy Merckx, che ha ricevuto il premio Una vita per lo sport, e Vittorio Adorni.

Adorni, maestro di vita

«Quando sono arrivato in Italia – ha raccontata Merckx – ho subito avuto un grande maestro, il professor Adorni (oggi presidente della Giuria del Premio), mio compagno di squadra e di camera.

Lo chiamo professore perché mi ha insegnato molte cose, prima fra tutte mangiare. Io ero arrivato dal Belgio con tre valigie piene di biscotti e cioccolato! Lui mi ha subito rimproverato, insegnandomi che nutrirsi poco e bene era uno dei segreti per vincere“.

Sempre in tema ciclismo, è stata premiata anche la famiglia Moser (Francesco, Aldo, Diego, Moreno ed Ignazio). È una delle dinastie che più ha dato al ciclismo e allo sport italiano. Tra i premiati della serata anche la sciatrice Celina Seghi, il bomber Roberto Boninsegna e Chantal Borgonovo, moglie di Stefano che, a nome dell’omonima fondazione, ha ricevuto il Premio Sport Solidarietà.