Grande successo per i campionati europei di ciclismo Junior e Under 23, che si sono tenuti a Offida. Secondo Spaccasassi, del comitato organizzativo, «Adesso il sogno è la Settimana Tricolore»

Dopo gli Europei Junior e Under 23, Offida sogna la Settimana Tricolore

Il mese scorso sono andati in scena i Campionati Europei di ciclismo riservati alle categorie Junior e Under 23. Francia e Italia l’hanno fatta da padrone con tre ori a testa, tre argenti per i transalpini e un bronzo per gli azzurri. Offida, piccola città marchigiana che nel 2010 si era fatta conoscere al grande pubblico del ciclismo allestendo i mondiali delle stesse categorie, anche quest’anno si è superata. Al termine dell’importante evento Gianni Spaccasassi, presidente del comitato organizzativo, non può che essere soddisfatto.

Il commento di Spaccasassi

«È stato un grande impegno, allo stesso tempo gratificante e dispendioso. È andato tutto bene: la gente si è divertita, lo spettacolo non è mancato e i nostri ragazzi hanno corso da campioni. Il giudizio finale verrà dato dai responsabili dell’Unione Europea di Ciclismo (U.E.C.). Che posso dire ancora? Grazie a tutti coloro che hanno reso tutto questo possibile».

I Campionati Europei in cifre

Trentasei nazioni presenti (assente di rilievo la Danimarca, forse in contrasto con l’UEC?), 400 persone impegnate fra volontari e addetti ai lavori, più di 700 atleti divisi nelle quattro categorie per un costo totale di 350.000 euro.

Per il futuro della SCA Offida questo non sarà senz’altro l’ultimo impegno organizzativo, anzi. «È ancora presto per parlare, ma sicuramente non staremo con le mani in mano. Abbiamo molti progetti in mente. Vogliamo portare a Offida la Settimana Tricolore, purché quest’ultima venga smembrata dalle troppe gare che la compongono, una due giorni internazionale per Under 23. E, perché no?, una corsa a tappe per dilettanti tutta marchigiana. Dalle nostre parti la passione per le due ruote è troppo forte e Offida è sempre pronta a darsi da fare».

gdm