Team Idea, verso una formazione Continental. “Puntiamo al World Tour” Team Idea, verso una formazione Continental. “Puntiamo al World Tour”
Nel 2012 il Team Idea, dilettantistico, sarà affiancato da una formazione Continental. L’obiettivo è di seguire e preparare i corridori fino all’inizio delle gare... Team Idea, verso una formazione Continental. “Puntiamo al World Tour”

Nel 2012 il Team Idea, dilettantistico, sarà affiancato da una formazione Continental. L’obiettivo è di seguire e preparare i corridori fino all’inizio delle gare

di Paolo Broggi; foto Team Rodella 2000

Team Idea, verso una formazione Continental

Nicola Ruffoni festeggia il successo di Osio Sotto con il team manager Pier Gaffuri, il diesse Alberto Cappelletti e patron Gabriele Magoni della Perrel.

Il Team Idea mantiene fede al suo nome e – idea dopo idea – cresce. Prende forma, si evolve anche in maniera sorprendente. Così una delle “bombe” dell’estate ciclistica è stato proprio l’annuncio che il Team Idea nella prossima stagione allestirà anche una formazione Continental.

Il progetto della formazione Continental

«Il nostro progetto – spiega il general manager Pier Gaffuri – è quello di poter contare su un organico composto da tredici corridori. Ma questo non significa che lasceremo il mondo del dilettantismo. Anzi vogliamo continuare ad essere protagonisti con una squadra forte di 12 elementi.

Il leit motiv della nuova strategia sarà l’inserimento graduale dei giovani nel mondo del professionismo. Naturalmente garantiremo l’inserimento a chi evidenzia migliori attitudini e chi saprà dimostrare di avere le caratteristiche per provare nella massima categoria».

Obiettivo: corridori preparati e seguitissimi

Ma il progetto si articola attorno ad un concetto molto più articolato: «In questi anni – prosegue infatti Gaffuri – abbiamo constatato che nel mondo del professionismo, vigilia delle grandi corse a parte, i corridori vengono abbandonati a loro stessi.

Questa scelta si rivela deleteria soprattutto per i corridori più giovani che non hanno ancora l’esperienza o la capacità di sapersi gestire in maniera autonoma. Invece i nostri professionisti rimarranno in ritiro, controllati dai direttori sportivi per quasi tutto il periodo agonistico. Esattamente come se si trattasse di una formazione dilettantistica.

Il progetto è piaciuto ai nostri sponsor e proprio in questi giorni stiamo lavorando per dar vita al pool di aziende che sosterrà la nostra iniziativa».

Team Idea pensa in grande

Il progetto del Team Idea naturalmente non è fine a se stesso: «Riguardo la nuova squadra di professionisti – continua patron Gaffuri. – Sto valutando la possibilità di farla diventare, già dal gennaio 2012, il satellite di un grande team Uci World Tour. In questo modo la nostra volontà di far crescere con calma e attenzione i nostri ragazzi garantirebbe loro un ulteriore sicurezza».

Una stagione di successi

Mentre il progetto Continental prende forma, la stagione 2011 del Team Idea prosegue a suon di risultati importanti. La squadra ha ottenuto finora cinque successi, tre grazie all’uzbeko Ruslan Karimov e due con il bresciano Nicola Ruffoni.

Tanti e prestigiosi anche i piazzamenti colti da Piero Baffi, Alberto Cornelio e compagni, protagonisti fino ad ora di una stagione decisamente interessante che sembra destinata a riservare al Team Idea altre sorprese.

La volata vincente di Nicola Ruffoni a Casalnoceto e, a fianco, la sua festa con i compagni e sul podio. Sopra, l’acuto del velocista bresciano in quel di Osio Sotto.

TuttoBici

TuttoBici

tuttoBICI è un mensile dedicato al ciclismo agonistico. Nato nel 1995, dal 2014 ha operato la scelta digitale. In libreria il 1° di ogni mese, dedica spazio a campioni e storie di tutte le categorie, dagli Esordienti ai Prof, raccontate da firme d’eccellenza

Read previous post:
Enrico Battaglin vince il Trofeo Sportivi di Briga Novarese

Grande spettacolo e organizzazione perfetta al Trofeo Sportivi di Briga Novarese. Sul Muro di San Colombano il vicentino Enrico Battaglin...

Close